Il successo di Vespa in Portogallo è senza dubbio dovuto a club e associazioni forti, in particolare negli anni '50 e '60, e in una seconda fase, dal 1986 ad oggi. Tutto inizia nel dopoguerra con un gruppo di amanti della Vespa che negli anni 1952-53 inizia a rotolare attraverso il distretto di Lisbona e Setúbal. Non erano contenti del primo importatore ufficiale di Vespa - Agostinho Rios de Oliveira. Erano giovani che volevano formare un Vespa Club, simile a quello che stava succedendo in Europa.

Alberto Graça Júnior, uno dei primi a unirsi al gruppo, decide di parlare con il suo amico José Machado, uomo forte della Sociedade Comercial Guérin (importatore della Volkswagen), e lo convince a importare la Vespa in Portogallo; d'altra parte, lui e i suoi amici stavano cercando un club per rafforzare il marchio, supportato da Guérin. Così è stato. Nel 1954 Guérin ottiene la rappresentanza del marchio e il 15 agosto dello stesso anno, la Vespa Clube de Lisboa - Portogallo (VCP) viene ufficialmente registrata dai 23 membri.

Il 21 marzo 1955 ebbe luogo la prima Assemblea Generale e fu nominato presidente del consiglio di amministrazione Francisco Oliveira Marques, che in quello stesso anno rappresentava il Portogallo al congresso dei Vespa Club europei. Incontra quindi il Dr. Renato Tassinari, suo presidente, e comprende la necessità di creare VCP come Federazione dei Club.

Nel 1955, furono costituiti diversi club in Portogallo, la Vespa Clube de Coimbra, Vila Franca, Setúbal e Portimão, nei seguenti Porto e Faro. Nell'aprile del 1956, la Vespa Clube de Coimbra, guidata dall'ing. Carlos Mancelos, tenne il primo incontro internazionale in Portogallo, dove arriveranno calabroni francesi, tedeschi e spagnoli.

A sua volta, la rappresentazione portoghese del 1952 fu fatta da autentici ambasciatori.

Negli anni '70 la maggior parte dei club vespa stanno scomparendo, in tutto il mondo. Fortunatamente, O Vespa Clube de Lisboa - Portogallo, con il suo presidente Carlos Dionísio ha sempre mantenuto l'attività, preservando tutti i suoi archivi e memorie storiche. Nel 1986, ha incoraggiato un gruppo di 13 amici a partecipare all'Eurovespa di Barcellona, organizzato da Jordi Balart. Di nuovo scoppiò la febbre di un calabrone. Da allora, VC de Lisboa, VC de Faro, VC do Porto e vespistas do Norte, VC de Fátima e molti altri club sono stati presenti a numerosi Eurovespa, Vespa World Days e altri incontri internazionali.

Con la partecipazione di Eurovespa de Lisboa, nel 2004, e Vespa World Days Fátima, nel 2010, il numero di club Vespa è salito alle stelle, così come la domanda sfrenata di vespe del paese, nonché il suo restauro e la raccolta. Con la ufficializzazione di VCP e il rispettivo coordinamento del calendario annuale, mantenendo diversi club uniti e solidali, il Portogallo è diventato un esempio in tutto il mondo della forza di questa grande famiglia.

Nel 2020, la città di Guimarães, il luogo di nascita della Nazione, ospiterà il più grande incontro di Vespa, con il Portogallo ancora una volta nella storia per essere il paese che darà il via alla nuova discrezione ora, Europen Vespa Days, un altro orgoglio per i vespisti nazionali!

Pedro Pinto